Archivio fotografico

Foto aerea del parco archeologico di Castelseprio

L’Archivio fotografico della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia
L’Archivio conserva 320.000 tra negativi storici, stampe fotografiche, riprese digitali e riproduzioni o scansioni di rilievi grafici, provenienti in parte dall’Archivio Topografico. Deve essere, quindi, considerato un grande deposito di conoscenza, essenziale per seguire l’evoluzione della storia, dei metodi di scavo, di restauro, di catalogazione, tutela e valorizzazione dei numerosi siti archeologico-monumentali  proprietà del demanio MiBAC – Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia.
Di questo immane deposito di conoscenze circa 8.000 fotografie riguardano l’Area Archeologica di Castelseprio a partire dagli anni immediatamente successivi alla sua riscoperta (1944).
Le prime immagini conservate, in rigoroso bianco e nero su preziose lastre di vetro, riguardano i lavori di liberazione da crolli e da altri depositi condotti nell’area, e mostrano i monumenti (area della basilica di S. Giovanni, basilica) come si presentavano prima delle opere di restauro e consolidamento condotte per volontà del Soprintendente Mario Mirabella Roberti.  
Sono importanti testimonianze per operare confronti su stato di conservazione, opere di restauro per anastilosi dei monumenti e documentano i primi scavi e la messa in luce di edifici coperti da crolli, ma raccontano anche la storia degli uomini che hanno contribuito a rendere agibile l’area e ad aprirla al pubblico.  Di questo nucleo più antico fa parte un interessante nucleo di foto aeree.
Dagli anni ’80 del secolo scorso la documentazione riguarda le indagini stratigrafiche condotte a S. Maria foris portas e a S. Maria di Torba, in altri edifici o aree del castrum, utile per ricostruire le sequenze di scavo, la catalogazione e tutela dei diversi manufatti rinvenuti (strutture funerarie, materiali costruttivi, manufatti, progetto Musei d’Italia).
Sono più recenti le campagne fotografiche, condotte per la redazione del Dossier e del Piano di Gestione richiesti dall’UNESCO per l’inserimento del sito tra i Beni Patrimonio dell’Umanità (decretato il 26.6.2011). Queste fotografie si propongono di valorizzare il paesaggio antropico dell’area: i suoi caratteri ambientali (il carattere boschivo, le essenze arboree), le fortificazioni, gli edifici, l’Antiquarium, che costituiscono tasselli della lunga continuità di vita di Castelseprio.

             
Ministero per i Beni e le Attività Culturali Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia Regione Lombardia Provincia di Varese Comune di Castelseprio Gornate Olona Comune di Morazzone
             
Ministero per i Beni
e le Attività Culturali
Soprintendenza Beni
Archeologici Lombardia
Regione
Lombardia
Provincia
di Varese
Comune di
Castelseprio
Comune di
Gornate Olona
Comune di
Morazzone